la storia del nail art

Le origini del Nail Art sono rintracciabili nel percorso del termine “mehendi”, utilizzato come sinonimo per henné, e derivante dal sanscrito “mehandika”. Gran parte della moderna popolarità dell' henné deriva dalla sua conoscenza in India. Secondo la storia delle unghie, la manicure è un trattamento cosmetico di bellezza per  mani e unghie praticato da entrambi i sessi. Una manicure può trattare solo le mani, appena le unghie, o entrambi. Una normale manicure di solito comprende il deposito e la definizione dei tips e l'applicazione di smalti e/o gel brillanti. Le tecniche del Nail Art moderno comprendono specifiche manicure, come la “french manicure”. I trattamenti per le mani di solito includono il bagno in una sostanza ammorbidente e l'applicazione di una lozione specifica. Un simile trattamento effettuato sui piedi è un pedicure. La parola "manicure" deriva dal latino manus, che significa "a mano", e cura che significa "cura".  Tutta la storia del Nail Art, l'arte di mantenere belle le unghie è basata su ingredienti, che possono spesso sorprendere coloro che li usano: lo smalto, per esempio, può contenere una sostanza brillante estratta dalle scaglie di pesce chiamata "pearl essence".

Il nail style  per come lo conosciamo si è sviluppato nel corso degli ultimi 100 anni. Negli anni '20, i tips si sono evoluti dal bianco neve, diffuso all'inizio, al bianco crema, affermatosi nell'ultima parte della decade. La tecnica più insolita venne denominata "Paris Nails" . Si presentavano di un rosa profondo ai bordi con una sfumatura rosa pallido al centro di ogni unghia.
Revlon fu in grado di offrire alle donne un ricco smalto opaco per unghie, in una vasta gamma di sfumature mai prima di allora disponibili.

L'unghia quadrata "square" divenne di moda intorno alla metà degli anni'70, probabilmente a causa della diffusione dei concorsi di ricostruzione unghie - i giudici potevano infatti criticare un curva-C molto più facilmente in un'unghia quadrata che in un unghia ovale. Anche le unghie eccezionalmente lunghe cominciarono ad essere richieste e di conseguenza i nail tips presero a diffondersi sempre di più.

Gli anni '90 e i primi anni 2000 hanno segnato un ritorno all'unghia naturale. Eleganza e romanticismo si sono diffusi come tendenza in corso. Le unghie appaiono delicate e femminili, emanano autentica naturalezza, stile che permane dominante fino ad oggi.

Possiamo quindi dire che da sempre si è usato coprire il colore naturale delle unghie con lacche e smalti dai colori più o meno appariscenti ed era sicuramente già presente presso gli antichi Egizi e antichi Cinesi.

 

Le unghie smaltate stavano ad indicare l’appartenenza ad un importante classe sociale;

ma nel Novecento risultava essere un trattamento di bellezza alla portata di tutte le donne, da abbinare al make-up e al look dell’abbigliamento, questo grazie all’accessibilità dei prezzi degli smalti che si potevano trovare dalle più svariate nuances.

Questo secolo sotto questo punto di vista vide passare diverse mode e tendenze.

Troviamo gli anni ‘50 e la moda del rosso laccato, agli anni ‘60 e la french manicure (la lunetta bianca smaltata che evidenzia la parte libera dell’unghia) che conosciamo tutti molto bene dato il boom del momento, molte di voi probabilmente credevano che fosse una novità ma è proprio vero che le mode ritornano!

Vediamo poi negli anni ‘70 unghie lunghissime e spesso finte e negli anni ‘80 unghie appariscenti dai colori sgargianti e squillanti.

 

L’applicazione degli smalti era sempre basata sul solito procedimento, ovvero accurata manicure seguita dalla stesura dello smalto; alle volte anche ‘applicazione delle unghie finte per un look più aggressivo o per nascondere unghie rosicchiate e rovinate.

Ma ecco che negli anni novanta nasce negli Stati Uniti una nuova tecnica che permette di allungare l’unghia coprendo la naturale con polveri o gel cosmetici studiati apposta per essere applicati senza danneggiarla.

Nasce la moderna ricostruzione delle unghie.

L’unghia appare molto più lucida, dalla forma regolare e molto più resistente di qualsiasi unghia naturale, ma anche molto più lunga ecco perchè avendo più superficie su cui si lavora, la tecnica si può sbizzarrire ad esaudire ogni desiderio della sua cliente con colori, swarovski, decorazioni con gel colorati o decorazioni 3D.

Il grande successo è dato dall’indubbio progresso di questa tecnica e dei gel in commercio, assolutamente atossici e che permettono di ottenere sin da subito, dalle prime applicazioni, degli ottimi risultati, e hanno la caratteristica di solidificarsi all’esposizione dei raggi UV, proprio per questo per lavorare con il gel bisognerà disporre di una lampada UV speciale per la ricostruzione unghie.

Sempre più troviamo sul mercato kit completi per poter praticare questa moderna e se vogliamo, divertente tecnica, anche a casa; I NOSTRI PRODOTTI APPOSITAMENTE STUDIATI SULLE NUOVE ESIGENZE DEL SETTORE SONO IL MEGLIO CHE SI PUO' TROVARE AD OGGI SUL MERCATO.